Jul 172012
 

Linux Tycoon è un gioco manageriale ambientato fra le distribuzioni linux. Ci ritroveremo a creare la nostra distribuzione con l’obiettivo di farla diventare la più utilizzata al mondo e famosissima.

Una cosa interessante di questo gioco è il piano economico che il suo autore Bryan Lunduke sta “testando”, essere pagati dalla comunità per lavorare su progetti open source, l’obiettivo è quello di ottenere 4,000 $ ogni mese in donazioni. Nel primo mese (giugno 2012) ha raggiunto l’obiettivo in solo 1 settimana , e così ha rilasciato questo gioco e altri progetti su cui sta lavorando come software GPL, ma purtroppo solo il mese successivo ha fatto un triste post sul suo blog “Open Source Funded By Donations? Not So Much” dove in breve ha scritto

Purtroppo le cose non hanno funzionato.

, dal mio punto di vista questa non è una grande sorpresa, penso che un modello di donazioni ricorrenti non funzioni al momento, la gente preferisce spendere un po’ di più giusto 1 volta per un obiettivo specifico, che un po’ ogni mese.
Quindi, forse, mettendo un obiettivo più alto, come 10/15K $ per rilasciare il gioco sotto i termini della GPL avrebbe avuto successo e la comunità avrebbe guadagnato il gioco per sempre come GPL, Blender ha seguito questo modello ed ha raggiunto l’obiettivo di $ 100K.

Quindi ora il gioco viene rilasciato come closed source, ma è possibile averlo per soli 4 $, ed ora diamo un’occhiata al gioco.


Il Gioco

Una volta che si avvia il gioco, vedrete la seguente schermata dove è possibile dare un nome alla vostra nuova distro.

linux tycoon start

A seguire lo schermo dove si può fare una delle scelte più importanti per la vostra distribuzione, la selezione del software.
Volete avere l’ultimo gioco, una IDE o un lettore video? Da questa schermata è possibile scegliere quale software includere nella propria distribuzione, e non dimenticate di tenere d’occhio la dimensione totale dell’immagine.

linux tycoon select packages

Ogni software che è possibile selezionare per la propria distribuzione ha alcune caratteristiche che determinano il modo in cui la vostra distro andrà nel mondo “reale” una volta che la rilasciate. Questi includono Open Source (sì o no), Nerd Creed, popolarità e Bugs.
Si può scegliere di utilizzare un software proprietario e popolare ed ottenere rapidamente una larga base di utenti, ma forse qualcuno potrebbe dichiarare la vostra distribuzione GNU/Linux “negativo per la libertà”, o forse si potrebbe esplorare il contrario e utilizzare solo software Open Source , una cosa che farà aumentare la vostra popolarità molto più lentamente.

Con la popolarità la vostra base utenti crescerà e sarete in grado di assumere dei membri dello staff e volontari, sarete in grado di assegnare queste risorse ai software per migliorarli, una nuova versione verrà rilasciata dopo un certo tempo che un certo numero di personale e/o volontari lavorerà su di esso.

linux tycoon first volunteer

Quind, in breve che cosa si può fare in un gioco di costruzione di una Distro Linux?

  • Analisi e scelta dei pacchetti software.
  • Correggere i bug.
  • Gestione dei volontari e personale retribuito.
  • Mantenere la dimensione totale (in MB) della vostra Distro a un livello ragionevole.

Ogni volta che si rilascia una versione, sarà esaminata da The Linux Magazine e The Show Action Linux, che possono dare un pollice in alto con conseguente maggior numero di utenti, o un pollice verso il basso causando l’esatto contrario.

Conclusioni

Il gioco non ha un vero e propria grafica, solo alcuni menu dove è possibile muoversi e selezionare le cose, è anche ripetitivo nel tempo, quando è sufficiente spostare il vostro staff per correggere i bug sui software vecchi e nuovi … ma per qualsiasi utente Linux convinto è anche una gioco da provate (almeno una volta) , io ci ho trascorso qualche momento divertente e quindi suggerisco a tutti di provarlo.

Popular Posts:

flattr this!

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>