nov 132010
 

htopChi lavoro con server Linux, ma anche chi utilizza Linux come desktop ogni giorno sa che è molto utile avere un elenco dei processi funzionanti sulla macchina con l’elenco delle risorse che stanno utilizzando, per verificare chi è che sta mangiandosi tutta la memoria o sta utilizzando tutta la CPU, ed il comando ps non è proprio la cosa più comoda. Vediamo quindi una serie di programmi che servono a mostrare cosa sta succedendo nel nostro sistema e chi sta utilizzando le nostre risorse.



Il primo strumento che può essere utilizzato per ottenere informazioni è il comando ps, Sì lo so, non è così pratico ma siete sicuri di averlo installato in ogni macchina e con esso si possono ottenere rapidamente alcune informazioni sul sistema:

Avere la top 10 dei processi che usano più cpu


ps aux | sort -n -k 3 | tail -10

Avere la top 10 dei processi che usano più memoria


ps aux | sort -n -k 4 | tail -10

Top

top è un comando disponibile su alcuni sistemi operativi Unix e Unix-like (tra cui GNU/Linux, FreeBSD, OpenBSD, Mac OS e HP-UX) che visualizza periodicamente sullo standard output un elenco di informazioni sui processi al momento presenti nel sistema, tipicamente ordinandolo in base all’utilizzo di CPU di ciascun processo in modo da indicare per primi i processi più intensivi.

Oltre alle informazioni sui processi sono solitamente indicate anche altre informazioni, come ad esempio:

* quantità totale di memoria libera e occupata;
* il livello medio di carico del sistema nell’ultimo minuto, negli ultimi cinque minuti e negli ultimi quindici minuti (in maniera analoga a quanto mostrato dal comando uptime).

A differenza del comando ps, le informazioni mostrate sono automaticamente aggiornate ogni pochi secondi, in modo da poter vedere l’andamento del sistema nel tempo.

Partendo dalla prima riga, da sinistra a destra, vediamo il nome del comando, l’ora del sistema e la quantità di tempo da quando il sistema è stato avviato. Passando oltre, possiamo vedere quanti utenti hanno processi attualmente in esecuzione nel sistema, e quindi la media dei processi in attesa di esecuzione divisa in tre periodi: 1, 5 e 15 minuti. La riga successiva fornisce informazioni sulle attività del sistema quanti processi totali abbiamo ed il loro stato.

Le informazioni sulla CPU ci aspettano sulla riga successiva, a partire dal carico prodotto da processi user,  mostrando poi l’utilizzo di CPU dal  sistema, nice (priorità bassa), idle (liberi) e wa (in attesa di risorse). Le prossime due righe visualizzano informazioni sulla memoria.

Dopo di che verrà visualizzato un elenco cambiamento di processo di sistema ordinato (di default) dal loro consumo di CPU.

Alcuni utili comandi:

k – Permette di “killare” un processo fornendo il pid
r – Permette di dare un renice ad un processo fornendo il pid
u – Permette di mostrare solo i processi di un user
F – Permmete di selezionare l’attributo con il quale ordinare i processi

Infine basta digitare “q” per uscire dal comando top e tornare al prompt di sistema.


Htop

HTOP

Htop è un processo interattivo per controllare i processi scritto per Linux. È stato progettato per sostituire il programma Unix top. Mostra un elenco aggiornato di frequente dei processi in esecuzione su un computer, normalmente classificati in ordine di quantità di utilizzo della CPU. A differenza di ‘top’, htop fornisce un elenco completo dei processi in esecuzione, invece dei processi al vertice del consumo di risorse. Htop usa il colore e fornisce informazioni visive su processore, swap e lo stato della memoria.

Gli utenti spesso utilizzano htop nei casi in cui il top di Unix non fornisce informazioni sufficienti sui processi dei sistemi, per esempio quando si cerca di trovare piccole perdite di memoria nelle applicazioni. Rispetto al top, fornisce una più conveniente, interfaccia per uccidere i processi, gestibile via tastiera o mouse.

Alcuni utili comandi:

Frecce direzionali – Permettono di muoversi e selezionare un processo
F6 – Sceglie come ordinare i processi
F7 – Toglie priorità al processo selezionato (renice)
F8 – Aggiunge priorità al processo selezionato
F9 – Uccide il processo selezionato

Confronto tra htop e top

  • In ‘htop’ si può scorrere l’elenco verticale e in orizzontale per vedere tutti i processi e le linee di comando completo.
  • In ‘top’ siete soggetti ad un ritardo per ogni tasto premuto non assegnato (particolarmente fastidioso quando sequenze di escape multi-chiave sono attivate da incidente).
  • ‘htop’ parte più velocemente (‘top’sembra di raccogliere dati per un po ‘prima di visualizzare qualsiasi cosa).
  • In ‘htop’ non è necessario digitare il numero del processo per ucciderlo, in ‘top’ è necessario.
  • In ‘htop’ non c’è bisogno di digitare il numero di processo o il valore di priorità per dare un renice ad un processo, in ‘top’ è necessario.
  • ‘htop’ supporta operazioni con il mouse, ‘top’ no.
  • ‘top’ è più vecchio quindi più testato ed utilizzato..

gnome-system-monitor

Gnome system Monitor

Gnome System Monitor è un visualizzatore di processi e delle caratteristiche di sistema per GNOME con una bella e facile da usare interfaccia grafica, ha alcune caratteristiche molto interessanti, come ad esempio una vista ad albero per le dipendenze di processo, le icone per i processi, la capacità di nascondere i processi che non si vogliono vedere, storicizzazione grafica in tempo di CPU/memoria/ utilizzo dello swap, la capacità di uccidere/renice processi, così come tutte le caratteristiche standard che ci si potrebbe aspettare da un visualizzatore di processo.
resource

Popular Posts:

flattr this!

  2 Responses to “Controllare i processi”

  1. [...] System Monitor su Linux In un precedente articolo abbiamo visto come utilizzare un terminale per verificare lo stato di un processo o le risorse [...]

  2. [...] Htop – 终端下的系统监视器 [...]

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>