May 272011
 

disksVi presento oggi questi utili esempi su LVM, Articolo di Roger Hosto

Cominciamo con il dire quello che è LVM, in breve è un modo per gestire i volumi del disco in maniera più facile, siano essi disco fissi interi, le partizioni del disco, o San Disk. Logical Volume Manager  da all’amministratore molta più flessibilità nella ripartizione, ridimensionamento e  spostamento dei dischi. Detto questo , il vantaggio più grande è avere la possibilità di aggiungere ulteriore spazio su disco con relativa facilità, che per la Legge di Moore e Kryder [1]  rende la vita un po’ più facile per l’amministratore del sistema.

Ora che siete tutti interessati a utilizzare LVM, tiriamo fuori un nuovo hard-drive o ri-partizioniamo il nostro hard-disk e facciamo una prova. Woo! Aspetta un minuto! Questo suona molto male solo per fare qualche prova. Questo è quello che ho pensato anche io, ecco quindi un modo per utilizzare le partizioni esistenti utilizzando dei dispositivi di tipo loop e immagini di disco vuote per giocare e provare l’uso dei comandi LVM.

Ho personalmente testato questi comandi su RHEL 4 e 5, ma  non vedo perché questo non possa essere fatto su qualsiasi versione di Linux.




1.) Innanzitutto creare un paio di immagini vuote con dd che verranno utilizzate come dispositivi di loop.

shell>dd if=/dev/zero of=/tmp/diskvol0.img bs=1024 count=102400
102400+0 records in
102400+0 records out
shell>dd if=/dev/zero of=/tmp/diskvol1.img bs=1024 count=102400
102400+0 records in
102400+0 records out
shell>dd if=/dev/zero of=/tmp/diskvol2.img bs=1024 count=102400
102400+0 records in
102400+0 records out
 
<strong>2.) Ora impostare le immagini  come dispositivi loop utilizzando il comando losetup.</strong>
 
shell&gt;losetup /dev/loop0 /tmp/diskvol0.img
shell&gt;losetup /dev/loop1 /tmp/diskvol1.img
shell&gt;losetup /dev/loop2 /tmp/diskvol2.img
 
<strong>3.) Ora usare il comando pvcreate per inizializzare i dispositivi loop per l'utilizzo da LVM.</strong>
shell&gt; pvcreate /dev/loop0
Physical volume "/dev/loop0" successfully created
shell&gt; pvcreate /dev/loop1
Physical volume "/dev/loop1" successfully created
shell&gt; pvcreate /dev/loop2
Physical volume "/dev/loop2" successfully created

4.) Create un volume group con vgcreate.

shell&gt; vgcreate volumegroup0 /dev/loop0 /dev/loop1 /dev/loop2
 
Volume group "volumegroup0" successfully created

5.) Guardate le informazioni sul volume group, così possiamo vedere le dimensioni del VG
e vedere quanto grande fare i volumi logici.

shell&gt; vgdisplay
--- Volume group ---
VG Name               volumegroup0
System ID
Format                lvm2
Metadata Areas        3
Metadata Sequence No  1
VG Access             read/write
VG Status             resizable
MAX LV                0
Cur LV                0
Open LV               0
Max PV                0
Cur PV                3
Act PV                3
VG Size               288.00 MB
PE Size               4.00 MB
Total PE              72
Alloc PE / Size       0 / 0
Free  PE / Size       72 / 288.00 MB
VG UUID               0mAIRf-Gzz0-R4zP-K0OH-u33B-R31w-jvVbC2

6.) Creaiamo un volume logico con lvcreate.

shell&gt; lvcreate -L288M -nvolume0 volumegroup0
Logical volume "volume0" created

7.) Adesso potete formattare il volume logico con mkfs.

shell&gt; mkfs.ext3 /dev/volumegroup0/volume0
mke2fs 1.35 (28-Feb-2004)
Filesystem label=
OS type: Linux
Block size=1024 (log=0)
Fragment size=1024 (log=0)
73728 inodes, 294912 blocks
14745 blocks (5.00%) reserved for the super user
First data block=1
Maximum filesystem blocks=67633152
36 block groups
8192 blocks per group, 8192 fragments per group
2048 inodes per group
Superblock backups stored on blocks:
8193, 24577, 40961, 57345, 73729, 204801, 221185
 
Writing inode tables: done
Creating journal (8192 blocks): done
Writing superblocks and filesystem accounting information: done
 
This filesystem will be automatically checked every 34 mounts or
180 days, whichever comes first.  Use tune2fs -c or -i to override.

8) Adesso lo potete montare

shell&gt; mount /dev/volgroup0/volumename /mnt

Ora che avete visto come fare, vi suggerisco di giocare con alcune delle altre opzioni, come l’aggiunta e la rimozione dei dischi, l’eliminazione dei gruppi e dei volumi, muovere e dividere i volume group.

Riferimenti e maggiori informazioni:

http://www.tldp.org/HOWTO/LVM-HOWTO/

http://www.redhat.com/magazine/009jul05/features/lvm2/


Note:

[1] “Legge di Moore” descrive una tendenza importante nella storia del computer: che il numero di transistor che possono essere immessi a buon mercato in un circuito integrato è in aumento in modo esponenziale, raddoppiando ogni due anni circa.

Una legge simile (a volte chiamata “Kryder’s Law”) La legge di Kryder è il corrispondente nel campo dello storage della legge di Moore sui processori, e definisce il tasso di crescita dello spazio disco acquistabile con un dollaro nel corso del tempo*

La legge di Kryder dice che detto spazio raddoppia ogni anno (ogni 13 mesi, per l’esattezza).
Le recenti tendenze mostrano che tale tasso è stato mantenuto anche nel 2007

Roger Hosto – A proposito dell’autore:

Sono un professionista di database, LAMP, LAPP, e LAMJ con oltre 14 anni di intensa esperienza pratica nella gestione di operazioni tecnologiche (ad esempio, siti web, funzioni di back end, architettura) per gestire siti Internet in condizioni molto impegnative. Sono esperto in hardware, software, database e tecnologie Internet. Sono esperto in costruzione e manutenzione di siti web altamente disponibili, dalla creazione in su. Per saperne di più su di me a www.rogerhosto.com.

Popular Posts:

flattr this!

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>