gen 142014
 

Può capitare di dover clonare le partizioni del vostro hard disk per vari motivi, un hd danneggiato, la creazione di un RAID 1 o cose simile, allora spesso risulta noioso e poco pratica fare l’operazione mediante i normali strumenti come fdisk, in questo caso ci viene in aiuto sfdisk.

Come riportato nel manuale:

sfdisk è un programma non interattivo per la modifica della tabella delle partizioni, utile per la realizzazione di script. L’utilizzo normale di questo programma di servizio prevede la preparazione di un file contenente le istruzioni sulle partizioni da creare all’interno di un disco specificato espressamente. Anche se è prevista una sintassi apposita per queste istruzioni, può essere conveniente l’utilizzo di quanto ottenuto da un’interrogazione con lo stesso sfdisk, come verrà mostrato.

Continue reading »

flattr this!

dic 312013
 

Interessante articolo sulla gestione dei bad blocks, pubblicato su http://virtualprivateserver.castlegem.co.uk/

L’hardware si rompe, è un fatto. Al giorno d’oggi, i dischi rigidi sono piuttosto affidabili, ma comunque ogni tanto vedremo degli errori occasionali nei drive o fargli fare qualche singhiozzo. Utilizzare smartcl/smartd per monitorare i dischi è una buona cosa, di seguito parleremo di come alcuni problemi minori possono essere gestiti senza effettivamente dover riavviare il sistema – è ancora a propria discrezione di un amministratore di sistema il giudicare le circostanze correttamente e valutare se gli errori del disco sono un incidente di una volta o indicano che il disco si sta rompendo del tutto. Continue reading »

flattr this!

nov 182013
 

Articolo originale pubblicato la prima volta in spagnolo su http://vidagnu.blogspot.it/

Ieri mi sono imbattuto in un problema in una partizione SWAP su un Astaro Command Center, così ho deciso di ripartire con CD Ubuntu, e il mio primo tentativo è stato quello di riparare il sistema con il comando fsck , ma quando ho cercato di usarlo ho ricevuto il messaggio fsck.swap: comando non trovato

Così ho verificare con badblocks che la partizione non avesse blocchi danneggiati.

sudo badblocks -v /dev/sda2

Il comando precedente non ha restituito alcun errore, allora ho trovato con una ricerca su Internet questo semplice modo per ricostruire una partizione di swap danneggiata.

Continue reading »

flattr this!