May 312011
 

anki Mai sentito parlare di Anki ?
No??

Beh, state pronti a vedere un ottimo programma open source per l’apprendimento, ho iniziato ad usarlo e sono stato stupito da questo piccolo gioiello.
Anki è un programma che fa ricordare le cose più facilmente. Perché è molto più efficiente rispetto ai metodi di studio tradizionali, è possibile ridurre notevolmente il tempo dedicato allo studio, o aumentare notevolmente la quantità imparata.

Come funziona

Ci sono due semplici concetti dietro Anki: test attivo sui ricordi e la ripetizione distanziata. Non sono noti alla maggior parte degli studenti, nonostante sia stato scritto molto a riguardo nella letteratura scientifica per molti anni. Capire come funzionano vi renderà un allievo più efficace.

Test attivo sui ricordi significa che ci è posta una domanda e cerchiamo di ricordare la risposta. Questo è in contrasto con lo studio passivo, dove si legge, guarda o ascolta qualcosa senza fermarsi a considerare se si conosce la risposta. La ricerca ha dimostrato che i test attivi sui ricordi sono molto più efficaci per la costruzione di una forte ricordo rispetto allo studio passivo.

L’effetto della ripetizione distanziata è stato studiato da uno psicologo tedesco nel 1885. Egli ha osservato che si tende a ricordare le cose in modo più efficace se si ripete nel tempo una verifica, invece di studiare più volte in una sola sessione. Dal 1930 ci sono stati una serie di proposte per utilizzare l’effetto di ripetizione per migliorare l’apprendimento.

Anki realizza tutto questo grazie alla carte ed ai mazzi.

In Anki una coppia di domande e risposte è chiamata una carta. Questo si basa su un pezzo di carta con una domanda su un lato e la risposta sul retro. In Anki una scheda in realtà non sembra una carta fisica, e quando si mostra la risposta la domanda rimane visibile di default.

Un mazzo è un file sul computer che contiene le carte. È possibile utilizzare mazzi differenti per diversi argomenti, o mantenere tutte le informazioni in un unico mazzo.

Ok, ma come funziona il programma?

Il modo più semplice per capire come funziona è quello di controllare questo video introduttivo:

Installazione

Anki è disponibile su Debian e Ubuntu, ma sulla mia Ubuntu 11,04 Anki è rilasciato alla versione 1.0.1 quindi suggerisco di installare il pacchetto .deb che viene rilasciato dal sito ufficiale (versione 1.2.8).

wget http://anki.googlecode.com/files/anki_1.2.8-1_all.deb
sudo dpkg -i anki_1.2.8-1_all.deb
sudo apt-get -f install

Probabilmente il dpkg vi darà errori per le dipendenze mancanti, in questo caso dare il comando apt-get che installerà Anki e tutte le dipendenze.
review

Usare Anki

Al primo avvio verrà presentata l’opzione di download.
È possibile scaricare “carte” su diverse lingue come il cinese, il giapponese, o la maggior parte delle lingue europee o altre cose, come l’ITIL o lai certificazione Linux.
Provate a scaricare qualcosa e farlo funzionare, probabilmente non vi sarà così utile, la parte migliore di questo programma è infatti la creazione di “carte” personali .

Per esempio, diciamo che si sta studiando l’inglese, mentre si studia si creano le carte con frasi in inglese con 1 o più parole mancanti, magari dando un suggerimento su di loro in italiano, e come risposta la parola corretta. Nel corso del tempo avrete un grande numero di “carte” e si possono usare per rivedere i vostri progressi e verificare quello che avete imparato.

Altre caratteristiche

  • Verifica ovunque. Anki ti permette di studiare sul proprio computer, online, sul tuo telefono cellulare o su altri dispositivi portatili, come un iPod touch.
  • La funzionalità di sincronizzazione consente di mantenere aggiornate le informazioni tra più computer.
  • I mazzi condivisi consentono di dividere il lavoro tra amici, e lasciare che gli insegnanti mettano il materiale per gli studenti in linea una sola volta.
  • Organizzazione delle carte intelligente basato sull’algoritmo di SM2 SuperMemo.
  • completamente estensibile, con un gran numero di plugin già disponibili.
  • Ottimizzato per la velocità, e gestirà i ponti di verifica, delle 100.000 schede senza problemi.
  • Open Source

Quindi potete scrivere le vostre carte a casa o al lavoro da un computer (Anki supporta anche Windows e Mac), mettere il mazzo online, iniziare la sessione e poi salvarla Online, poi magari prendere un treno e continuare con il vostro smartphone, geniale.

Conclusioni

Se si lavora in campo informatico c’è sempre qualcosa da studiare, e questo piccolo gioiello potrebbe aiutare a rendere questo più divertente ed efficace, io ho iniziato la certificazione LPIC per Linux, e voi?

Davvero consigliato!

Popular Posts:

flattr this!

  3 Responses to “Anki – Un programma alternativo di apprendimento”

  1. [...] use Openteacher check the step by step guide on the official site.You could be interested also to Anki a similar learning program.Popular Posts:The broken dreams of a Linux system administrator6 ways to [...]

  2. [...] software interessante é Anki que também é semelhante ao [...]

  3. [...] software interessante é Anki que também é semelhante ao [...]

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>