Apr 302011
 

collectd

Ecco i migliori articoli di Marzo 2011

7 – Collectd, statistiche di performance su sistemi Linux

In questi giorni ho visto in maniera un po più approfondita collectd, un ottimo tool per collezionare dati statistici su vari aspetti del nostro server Linux.

Da Wikipedia : collectd è un demone UNIX che raccoglie, trasferisce e conserva i dati relativi alle prestazioni di computer ed apparecchiature di rete. I dati acquisiti servono agli amministratori di sistema di mantenere una visione d’insieme delle risorse disponibili al fine di individuare le strozzature esistenti o incombenti.

La prima versione del demone è stata scritta nel 2005 da Florian Forster ed è stata ulteriormente sviluppata come progetto free open-source. Altri sviluppatori hanno scritto miglioramenti ed estensioni per il software che sono stati poi inseriti nel progetto. La maggior parte dei file del codice sorgente sono rilasciati sotto i termini della GNU General Public License, versione 2 (GPLv2), i restanti file sono rilasciati sotto altre licenze open source “

inotify

6 – Incron – cron basato sugli eventi del FS

In un articolo precedente avevo parlato di Inotify.

inotify è un sottosistema del kernel di Linux che agisce per estendere le funzionalità del filesystem per notare dei cambiamenti nel filesystem, e segnalare le modifiche alle applicazioni. Esso sostituisce il precedente, dnotify, che aveva obiettivi simili.

L’altra volta mi ero concentrato sulla funzionalità di inotifywait un comando che si può utilizzare da shell per attendere un certo evento e poi eseguire altre funzionalità, mentre oggi vedremo alcuni utilizzi di incron.

Questo programma è un “inotify cron” del sistema. Si tratta di un demone e un manipolatore di tabelle. Si può usare in modo simile al cron regolare. La differenza è che inotify cron gestisce gli eventi del filesystem piuttosto che i periodi di tempo.

gmail-backup

5 – Gmail backup con Linux

Gmail è diventato per molti l’account principale di posta, essendo molto comodo, con molto spazio a disposizione ed una interfaccia web che si può utilizzare attraverso vari mezzi: smartphone, laptop o desktop. Ma immagino già sappiate tutti i vantaggi che si hanno nell’utilizzare questi account di posta che quindi stanno diventando per tutti noi molto importanti…ma avete mai pensato a fare un backup di queste mail ?

Si Google è sicuramente molto capace ed affidabile, ma in fondo, non avete forse attivato un account gratuito con poche cose assicurate ?
E poi può sempre capitare di cancellare per errore da interfaccia web una o più mail, anche in questi casi magari un backup ci può salvare.

Vediamo quindi 3 modi per effettuare un backup sul proprio personal computer (con Linux naturalmente) di tutta la posta presente in un account Gmail.

4 – Recensione di Bodhi Linux 1.0

L’idea dietro a Bodhi Linux mi è piaciuta sin dall’inizio e così ho seguito l’evolversi di questa giovane versione di Linux ed approfitto della versione 1.0 (compliementi a Jeff ed a tutto il team) per farne una recensione.

Per chi non lo sapesse Bodhi Linux è un progetto recente che prendendo come base Ubuntu 10.04 “ricostruisce” il desktop con Enlightenment, utilizza il sistema di Login manager di LXDE (ed anche il terminale) ed offre un proprio sistema di pacchetti (.bod), il sistema essendo basato su Ubuntu è comunque compatibile con i .deb e si possono utilizzare dpkg ed aptitude senza problemi.

iptstate-2.0-lookup-ss

3 iptstate, pktstat- Statistiche di rete

Oggi vi mostrerò due strumenti utilizzabili da terminale per controllare l’andamento della vostra rete e delle connessioni attive : iptstate e pkstat

IPTState

IPTState è un’interfaccia simile a Top collegata alla vostra tabella connection-tracking di netfilter.

Utilizzando iptstate si può guardare in modo interattivo il traffico che attraversa il tuo firewall netfilter/iptables , ordinato per vari criteri, è possibile limitare la visualizzazione con vari criteri. Ma non si ferma qui: a partire dalla versione 2.2.0 è possibile anche cancellare gli stati dalla tabella.

Gli unici requisiti sono una libreria curses (in genere ncurses), e la versione libnetfilter_conntrack 0.0.50 o successiva

ffmpeg

2 – 7 Trucchi con ffmpeg

FFmpeg si può considerare il coltellino svizzero delel applicazioni audio e video, con tantissime opzioni e possibilità di utilizzo. Probabilmente lo avete già installato sul vostro computer come dipendenza di un programma che utilizzate per vedere video o ascoltare della musica. in questo articolo vedremo alcuni utilizzi da linea di comando senza utilizzare applicazioni grafiche.

nagios

1 – 3 Programmi di monitoraggio Open Source

Se nel vostro lavoro avete la responsabilità di anche solo un server, vi sarete sicuramente chiesti: Qualè il miglior modo per avere la situazione sotto controllo ?

Nel mondo open source esistono ottimi software che permettono di tenere sotto controllo lo stato di server, servizi e programmi.

In questo articolo vederemo una panoramica su alcuni software di questa categoria, in particolare mi sono concentrato su Nagios e sui figliocci..

Popular Posts:

flattr this!

  One Response to “I migliori articoli di Marzo 2011”

  1. hello miss you at PClinux

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>