May 252013
 

keepcalm
[email protected]# lsb_release -a
No LSB modules are available.
Distributor ID: Debian
Description: Debian GNU/Linux 7.0 (wheezy)
Release: 7.0
Codename: wheezy

Ho passato gli ultimi 30 minuti (più o meno) nell’aggiornamento della mia VPS da Debian 6 a Debian 7, in breve questo è stato un grande successo con 1 solo conflitto di alcuni pacchetti e qualche vecchio modulo WordPress su un altro sito web che non è compatibile con PHP 5.4, i tempi di fermo totale del sito: 8 minuti.

Ed ora qualche dettaglio sulla mia esperienza



Aggiorna o meglio resta aggiornato

Il primo segreto di un aggiornamento senza problemi è quello di rimanere aggiornati, sulla mia VPS ho security-update-in-debianubuntu?lang=it“> attivato gli aggiornamenti automatici per la sicurezza e di solito una volta alla settimana faccio una operazione manuale per aggiornare tutti gli altri pacchetti.

In più di 2 anni gli aggiornamenti automatici non hanno mai causato alcun problema sul mio server, e l’aggiornamento manuale ha provocato solo alcuni piccoli incidenti, quindi, in generale, vi consiglio questo approccio, sarai più al sicuro da rischi sulla sicurezza e correggerete i bug che potrebbero dare problemi ai vostri servizi.

In ogni caso, come prima operazione dell’aggiornamento da Wheezy a Squeeze bisogna fare un’aggiornamento completo del sistema con gli ultimi pacchetti di Squeeze:

apt-get update
apt-get upgrade
apt-get dist-upgrade

Utilizziamo sia upgrade che dist-upgrade perché apt-get upgrade non installa nuovi pacchetti, aggiorna solo i pacchetti già installati, d’altra parte, apt-get dist-upgrade installerà anche nuovi pacchetti, al fine di risolvere le dipendenze.

Alla fine di questo aggiornamento verificate che tutti i servizi funzionino ancora come previsto, io avevo solo un paio di pacchetti quindi questa fase è stato davvero breve per me.

Suggerisco di usare anche i seguenti comandi per verificare che non si abbiano dei pacchetti in stato hold (non aggiornabili) :

dpkg --audit
dpkg --get-selections | grep hold

Aggiornare il file sources.list per Wheezy

E’ giunto il momento di cambiare i repository e utilizzare wheezy quindi aprite il file /etc/apt/sources.list con il vostro editor preferito e modificate l’elenco, questo è mio, ed è buono se vi trovate negli Stati Uniti:

deb http://ftp.us.debian.org/debian wheezy main contrib non-free
deb-src http://ftp.us.debian.org/debian wheezy main contrib non-free
deb http://ftp.us.debian.org/debian wheezy-updates main contrib non-free
deb http://security.debian.org/ wheezy/updates main contrib non-free

Nel mio caso in questo momento ho avuto un errore, avevo mysql installato da un repository esterno (dotdeb.org) e la versione wheezy di MySQL ha alcuni file che vanno in conflitto con la versione dotdeb. Così ho rimosso i pacchetti mysql installati da dotdeb e installato l’equivalente da Wheezy, e dopo tutto è stato aggiornato correttamente.

E ancora una volta aggiornare il sistema con:

apt-get update
apt-get upgrade
apt-get dist-upgrade

Conclusioni

Un aggiornamento impeccabile, avevo fiducia di questo e così non ho controllato in rete se c’erano possibili problemi nell’aggiornamento stesso, e devo dire che il team Debian anche questa volta non mi ha deluso, facendo un ottimo lavoro !

E alcune persone ancora chiedono perché suggerisco Debian al posto di Centos per l’installazione dei server?
Cercate di aggiornare una CentOS 5 a Centos 6 e capirete … no davvero non provate :) non è un’operazione supportata e di solito finisce con il sistema inservibile.



Popular Posts:

flattr this!

  4 Responses to “Linuxaria, ora in esecuzione su Wheezy”

  1. Congratz Riccardo on your new Debian.

    You are using Varnish in front of Nginx or Apache?

  2. Great news, Riccardo! I am still to run an update for my home fileserver. I hope it will be flawless too.

  3. I also attempted an upgrade, but the dovecot mailserver upgrade caused initially insurmountable problems, and the transmission-daemon service didn’t upgrade well, to the extent that I felt fortunate to have a snapshot to roll back to — which I did. So, don’t be too optimistic about ‘just’ trying it, a downgrade is not possible!

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>