Apr 302013
 

Debian 7

Ora c’è una data ufficiale per il rilascio di Debian 7 “Wheezy”: tra il 4 e il 5 maggio. Neil McGovern, per conto del team di sviluppo del progetto ha comunicato ufficialmente questo sulla mailing list di Debian.

We now have a target date of the weekend of 4th/5th May for the release. We have checked with core teams, and this seems to be acceptable for
everyone. This means we are able to begin the final preparations for a release of Debian 7.0 – “Wheezy”.

La data cambierà solo se un problema critico emergerà nel mentre.

Infine, se niente andrà storto, la nuova release della distribuzione “madre” di molte altre, farà il suo debutto 27 mesi dopo la precedente Debian 6 “Squeeze”, lanciata nel febbraio 2011. Tempo in cui sono successe molte cose nel mondo della tecnologia e quello di GNU/Linux.
Debian è caratterizzata da lunghi cicli di sviluppo il cui obiettivo è la stabilità, la “nuova” Debian Stable è costituita dalla release di test “congelata” per alcuni mesi durante i quali i bug sono risolti per rendere la distribuzione il più stabile possibile, a quel punto il sistema risultante è rilasciato come stabile, l’ultimo congelamento è avvenuto nel mese di agosto 2012 e da quella data la squadra ha lavorato per risolvere tutti i bug aperti e non per includere nuovi pacchetti.




È possibile trovare un elenco di ciò che c’è di nuovo in Debian 7 sul wiki NewInWheezy la prima cosa che si noterà è che molti pacchetti sono “vecchi” rispetto ad altre distribuzioni altre rilasciata in questi giorni, ad esempio:

  • Kernel 3.2
  • GNOME 3.4.
  • KDE 4.8
  • XFCE 4.8
  • LibreOffice3.5 che rimpiazza OpenOffice.org

A mio parere, Debian è la migliore distribuzione “server”, è assolutamente stabile ed ha un ampia gamma di pacchetti tra cui scegliere, quindi anche sui server non ho problemi ad installare alcun software con tutte le sue dipendenze già risolte.

Quindi non è davvero un problema per me che i pacchetti non siano dell’ultimissima versione disponibile, e sono davvero felice che Debian abbia raggiunto questo nuovo traguardo, per i server c’è una interessante novità:

Molti pacchetti Debian sono ora stati costruiti con il compilatore gcc con i flag per l’hardening abilitati. Questi flag permettono varie protezioni contro i problemi di sicurezza, come stack smashing, le locazioni predicibili di valori in memoria, ecc è stato fatto uno sforzo per assicurare che il maggior numero possibile di pacchetti includano questi flag, soprattutto concentrandosi su quelli dell’installazione base, i servizi accedibili dalla rete ed i pacchetti che hanno avuto problemi di sicurezza negli ultimi anni.

Notare che i flag di compilazione per l’hardening non sono abilitati per impostazione predefinita in gcc, quindi non vengono utilizzati automaticamente durante la creazione di software in locale. Il pacchetto di hardening-wrapper è in grado di fornire un gcc con questi flag abilitati

Ma questa può essere anche una ottima distribuzione se si vuole avere un desktop stabile, senza tutti i bug e l’instabilità che potrebbero avere altre distribuzioni che utilizzano le ultime tecnologie all’avanguardia, o se si installa un desktop per un amico/familiare che non è così tanto “esperto in tecnologia” ed ha solo bisogno di una piattaforma stabile per le sue operazioni giornaliere.

gotwheezy

Per il desktop c’è una cosa interessante sul fronte multimedialele che si può leggere sullla pagina “What’s new“:

Debian wheezy viene fornita con un migliore supporto multimediale: ffmpeg è stato sostituito da un fork di Libav (Libav-tools), che è considerato avere un processo di rilascio più conservatore e quindi si adatta meglio alle esigenze di Debian. Fornisce tutte le librerie e prepara un percorso di aggiornamento per i pacchetti delle applicazioni esistenti. Le librerie Libav complete ed il frontend includono ad esempio mplayer, mencoder, vlc e transcode. Supporto codec aggiuntivo è previsto ad esempio attraverso lame per la codifica audio MP3, xvidcore per la codifica video di MPEG-4 ASP, x264 per la codifica video H.264/MPEG-4 AVC , vo-AACEnc per la codifica audio AAC e opencore-amr. Per la maggior parte dei casi d’uso, l’installazione di pacchetti dal repository di terze parti non dovrebbe essere più necessaria. I tempi in cui il supporto multimediale in Debian era storpiato è finalmente finito!

Questo può sembrare una piccola cosa per gli utenti di altre distribuzioni, ma Debian ha avuto per lungo tempo un “problema” con molti codec che non erano liberi e quindi non disponibili dopo l’installazione di base, questo non era un grande problema per gli utenti che sapevano come aggiungere il repository multimedia, ma poteva essere un grande ostacolo per gli altri utenti.

Conclusione

In breve, benvenuto Wheezi, ti stavo aspettando fin dalla scorsa estate ;)
E per tutti, non dimenticate le “ feste di rilascio per Wheezy“, per celebrare l’evento e mostrare tutto il vostro amore Debian!


Popular Posts:

flattr this!

  2 Responses to “Debian 7 arriverà nella prima settimana di Maggio”

  1. Yeaaaaahhh… finally!!!

  2. “from that date the team has worked to solve all open bugs”

    All *release critical* bugs will have been solved, but there are still lots of normal bugs which have not been fixed and even bugs which have never been classified (ie even looked at) since they have been reported, due mainly to package maintainers having gone AWOL and Debian Quality Control being too undermanned to deal with the problems.

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>