set 012010
 

killer linuxContinua da : Spaventati da Linux? (Parte 2 di 3)

Paura #4 (Supporto!): Qui è dove splende Linux. Data la natura aperta della comunità Linux si ritiene che sia la piattaforma più ampiamente supportata ed al più basso costo.

Per ottenere supporto professionale per la propria piattaforma server Microsoft, dovrete per prima cosa pagare un piano di supporto professionale da un partner Microsoft o da Microsoft stessa. Non ho mai incontrato un SMB che abbia acquistato un piano di supporto professionale da Microsoft.
Per ottenere il supporto per un solo incidente per il vostro server con sistema operativo Windows si dovrà pagare una commissione per ogni incidente che va da $ 99 (risposta al giorno lavorativo successivo) a $ 260 (4-6 ore di risposta).
Nessun supporto è incluso con l’acquisto del sistema operativo Microsoft. Quindi, queste tariffe sono oltre ai costi di licenza che si pagano per il diritto di installare ed utilizzare il sistema operativo Windows. Il costo di licenza per Windows Server 2008 va da $ 500 a $ 4.000 e non comprende le licenze di accesso client (CAL), che costano circa $ 40 per desktop o per utente della rete.


La maggior parte delle distribuzioni Linux sono scaricabili ed utilizzabili liberamente, anche se, ci sono alcuni negozi di Linux Enterprise, che forniscono licenze e supporto professionale per il loro prodotto. SUSE (ora una divisione di Novell) e RedHat sono due tra le distribuzioni enterprise più popolari. la licenza dei server SUSE enterprise varia tra i $ 400 ed $ 1500. RedHat ha prezzi tra i $ 400 ed i $ 1.200.
Questi piani di licenza “includono” un supporto professionale che va da supporto e-mail ed un supporto telefonico 24×7 (a seconda del prezzo che si è pagato).
Ogni licenza è rinnovabile ogni anno ed il prezzo varia a seconda dei piani di supporto professionale scelti.

Ma a parte tutte le licenze e servizi professionali, c’è sempre Google (sinonimo di “ricerca sul Web”). Che tu sia un amministratore Windows o Linux, dovresti essere abituato e capace di trovare le risposte ai tuoi guai attraverso i motori di ricerca. Altrimenti ti consiglio di rispolverare questa abilità di base che risulta fondamentale nei momenti del bisogno.
Se sei un manager parte della tua intervista dovrebbe essere una prova della capacità del nuovo-dipendente di trovare soluzioni a situazioni difficili attraverso i motori di ricerca.

Internet è cambiato negli ultimi 5-10 anni. In un tempo passato, avrei detto che trovare la soluzione e le correzioni per problemi a server Linux era molto più facile rispetto a trovare una stessa soluzione per un Server Windows.
La comunità che utilizza server Windows si è ora molto allargata e vorrei arrivare a dire che il punteggio è quasi alla pari, ma non ancora. Non so lo sarà mai, anche perchè l’apertura della comunità Linux è dovuta alla natura stessa dell’open source e questo rende in Linux molto più facile individuare le risoluzioni dei problemi.

Se il supporto professionale è quello che ti aiuta a dormire la notte – non aver paura.
Linux ha opzioni per il supporto di livello professionale ad una frazione del costo di Windows Server e licenze Windows CAL.
Se invece siete fiduciosi nel vostro personale tecnico allora dovreste esserlo anche nella loro capacità di dare supporto alla piattaforma Linux con gli strumenti e le risorse a loro disposizione senza alcun costo aggiuntivo.
Personalmente, mi piace avere il piano di supporto da 400 dollari annuali per il solo supporto email sempre pagato, ma devo anche confessare che in oltre 15 anni di amministrazione di server Linux l’ho usato solo in due occasioni.

Paura # 5 (Può fare il lavoro?): Qui è dove si deve fare un passo indietro e guardare il quadro generale. Linux può sostituire il server Active Directory, file server, server Web, server di storage, server database, server di Accesso remoto, application server, ecc? Sì, è possibile, ma non sempre. Devi conoscere l’ambiente ed i requisiti. Alcune applicazioni enterprise richiedono una piattaforma server Windows Active Directory. Alcuni richiedono Windows server, punto.

Si deve sempre consultare il proprio fornitore di applicazione, spesso forniscono installazioni Linux dello stesso prodotto o possono avere un percorso di sviluppo che include una installazione Linux. Se non dispongono di una versione compatibile con Linux suggeritegli che vi piacerebbe vedere questa proposta nelel future versioni.

Potreste desiderare di non cambiare la vostra applicazione enterprise in questo momento ma è sempre un buon affare chiedere ai vostri fornitori come si pongono rispetto alal concorrenza. Si potrebbe anche scoprire un importante risparmio di licenze software e supporto software passando a un altro prodotto o applicazione che supporta gli ambienti server Linux.

Chiudo con questo: Non dovete essere una organizzazione solo Windows o solo Linux. La maggior parte delle imprese a cui diamo supporto hanno ambienti misti.
Scelgono ciò che fa il lavoro per le loro esigenze individuali.
Linux offre l’opportunità per le PMI di risparmiare sulle attività e sui budget operativi.
La popolarità di Linux è evidente, ed è ormai un prodotto mainstream quanto i server Windows.

Vi esorto a spingervi oltre le vostre paure su Linux e di approfondire ulteriormente per scoprire se Linux ha un posto nel vostro business, io credo di si.

Articolo orginale: http://www.articlesbase.com/information-technology-articles/is-your-company-afraid-of-linux-part-3-of-3-3010462.html

Popular Posts:

flattr this!

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>