Jun 012011
 

hard-disk

Ecco i migliori articoli di Aprile 2011

7 – Check your disk usage with df and du

Come amministratore di sistema, ma anche come utente comune sul mio PC, uno dei problemi più comuni è il riempimento al 100% di un filesystem.
Quindi, in questo articolo vedremo due comandi che ci possono aiutare a tenere sotto controllo o controllare lo spazio utilizzato in tutti i filesystem e nelle sue directory.

df : riporta lo spazio disco usato dal file system

du: stima l’uso dello spazio occupato da ogni elemento specificato


6 – Produzione Musicale in Linux 1

a href=”http://linuxaria.com/wp-content/uploads/2011/06/ensemble_1.jpg”>ensemble_1Mi sono imbattuto per caso in quella che considero una delle guide alla creazione audio più complete per Linux, e Stefano mi ha dato il permesso di ripubblicare il suo materiale che considero ottimo e che lui utilizza in quanto musicista.

Stefano è un utente di Ubuntu e la sua guida si basa su questa distribuzione, è molto attivo nella comunità italiana di Ubuntu, se volete fargli una domanda riguardante la sua guida, è possibile postarla in questo thread http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,278719.0.html.

5 – Tesseract-ocr: trasformare in documenti editabili le immagini acquisite su Linux

gImageReaderTesseract-ocr: come trasformare in testo editabile i documenti acquisiti tramite scanner su Ubuntu o Debian, Articolo originale di Gabriele, pubblicato su Gmstyle.

Ho appreso, dalle richieste pervenutemi via email, che alcuni dei miei lettori utilizzano Ubuntu (o Linux in generale) per lavorare ed occuparsi di grafica o editoria, chi per professione e chi per hobby. Prendo spunto proprio dalla richiesta di un caro ed affezionato utente di questo piccolo spazio web, che ringrazio per l’input fornitomi, per fare un pò di chiarezza su di un argomento che, da quanto mi è parso capire durante le mie ricerche su internet, sembra aver creato qualche difficoltà di applicazione.

L’argomento in questione riguarda la tecnologia OCR (Optical Character Recognition) e cioè quella “tecnica” che permette di riconoscere caratteri testuali, per poi rendere tale testo editabile, partendo da immagini di documenti cartacei, precedentemente digitalizzati attraverso lo scanner.

4 Giochi di Zombie su Linux

zombieTutti amano le invasioni di zombie, e tutti amano linux, quindi cosa può nascere dal connubio di questi due elementi ?
5 grandi giochi naturalmente !

I giochi che vi mostrerò a voi in questo articolo sono: Atom Smasher zombie, violetland, Ultimate Fighters Zombie, project zomboid e Zombpocalypse, vi auguru una buona giornata con loro !

3 -QR Code in Linux

qrencode Probabilmente avete già visto queste piccole immagini in bianco e nero, in alcuni siti o mentre camminate intorno alla vostra città, o se avete uno smartphone probabilmente le avete anche già usate, sono QR Code.

Da Wikipedia: Un Codice QR (in inglese QR Code) è un codice a barre bidimensionale a matrice, composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate ad essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone. In un solo crittogramma sono contenuti 7.089 caratteri numerici e 4.296 alfanumerici.

In questo articolo vedremo come creare queste immagini in Linux e alcuni usi di questi codici

2 –

Knockd, per garantire la sicurezza delle porte su linux.

Oggi vi mostrerò come utilizzare knockd per migliorare la sicurezza del vostro server Linux, l’uso più comune che ho visto finora è: “Mi piacerebbe connettermi sulla porta 22 (ssh), ma non voglio lasciare la porta aperta per tutti .. e ho un IP dinamico “. In questi casi è possibile chiudere le porte ed usare knockd per bussare alle porte della nostra Linux box e farci entrare.

1 –

10 Uova di Pasqua su Linux

easter-eggBuona Pasqua a tutti, cosa c’è di meglio che festeggiare questa festa dando un’occhiata a quello che hanno nascosto i programmatori nel nostro software?
Un Easter egg (in italiano, letteralmente, uovo di Pasqua) è un contenuto, di solito di natura faceta o bizzarra, e certamente innocuo, che i progettisti o gli sviluppatori di un prodotto, specialmente software, nascondono nel prodotto stesso (come un uovo di Pasqua nascosto in giardino, secondo la tradizione anglosassone). Questo contenuto si classifica come Easter egg se è qualcosa di completamente estraneo alle normali funzioni del software in questione, e al tempo stesso non causa nessun particolare danno (quindi si escludono contenuti nascosti di natura ben diversa come virus, trojan, spyware e via dicendo)

Popular Posts:

flattr this!

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>