Jun 202012
 

Articolo di Giuseppe Sanna

Quante volte vi è capitato che un amico o una amica vi abbia chiamato a casa per lamentarsi con voi di un problema al PC? Cosa fare lì allora? Non possiamo che dargli una mano. Ecco che quindi ci improvvisiamo dei tecnici informatici. Non posso che darvi una mano improvvisando, a mia volta, una sorta di lista delle cose da avere.
Ho incentrato l’articolo, come vedete dal titolo, perlopiù sulla Distro Live. Perchè questa scelta? Semplicemente perchè se il PC non ne vuol sentire di rinvenire dopo una corruzione del O.S. ciò che ci resta è solo una cosa! Formattare tutto. Ecco che quindi dobbiamo trovare il modo di recuperare prima i dati da un PC che non si avvia.



Iniziamo dall’origine. Innanzitutto è sempre buon senso avere dietro di sé un portatile con Internet Key. Nessuno di noi è onniscente e quindi una ricerca sul WEB potrebbe esserci molto d’aiuto. Qualche penna USB può sempre servire. Qualche buon cacciavite. Un semplice problema software può derivare da un qualche problema hardware, quindi il cacciavite potrebbe servire! E mi raccomando, non affidatevi mai al proprietario del vostro paziente! Magari ha, per esempio, una Internet Key che nel vostro PC non funge. Quindi sempre meglio portarsi le cose proprie. Strumenti collaudati e sicuramente funzionanti!

Oltre a tutto questo ciò che non può assolutamente mancare è comunque una Distro Live installata su USB, nel caso di schede madri dal 2002 in poi, o su CD se il vostro paziente ha qualche annetto di più! Voi vi chiederete: ma perchè bisogna averla sempre appresso? Le risposte sono multiple ma oggi mi concentrerò esclusivamente su le due principali.

Innanzitutto, come accennato prima, in caso possediate una Live potrete accedere a dei dati di un PC con il sistema operativo che non si avvia. Potrete quindi effettuare il trasferimento dei dati prima di procedere con una sanissima formattazione. Un’altra motivazione ancor più importante è quella che spesso succede di aver la necessità di utilizzare un PC. Magari noi lo abbiamo lasciato a casa ed il nostro amico ha appresso il Netbook. Ora le possibilità sono due: o usare il suo e andare a inserire password varie, ricercare le nostre pagine tra mille risultati di Google, accedere al cloud per avere quella determinata pass che non mi ricordo, o semplicemente far avviare quel Netbook o Notebook o Desktop che sia, con la nostra pennina USB-Live inserita ed avere il nostro sistema operativo personalizzato. Con tutte le password salvate, i file all’interno e via dicendo. Andremo ad utilizzare quel PC solo come ospite del mio sistema operativo. E nessuna traccia allo spegnimento! Quindi neanche cronologia da cancellare o password salvate erroneamente! Ora passiamo alla parte pratica. Come installare questa Live su USB o CD? Vi basti sapere che la migliore in circolazione è Puppy Linux(Ubuntu-based) e che vi servirà una penna USB da almeno 8-16GB per avere la certezza di avere sempre spazio!

Cos’aspettate? Correte a scaricare la iso e installate il nostro cucciolo Linux sulla pennina USB inserita nel vostro portachiavi!

Popular Posts:

flattr this!

  One Response to “Le distro Live! Ecco perchè averne sempre una in tasca…”

  1. There are many more reasons to have Live Linux with you or at home…

    http://www.garron.me/linux/4-reasons-to-have-linux-live-cd-home.html

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>