apr 302012
 

Varnish è un “Web Accelerator” open source che può essere utilizzato per accelerare il vostro sito web.

E’ possibile memorizzare nella cache alcuni elementi statici, come immagini o JavaScript, ma si può anche usarlo per altri scopi come il bilanciamento del carico o aggiungere un po di sicurezza, in generale, la maggior parte delle persone vogliono provare e testare il loro sito web per vedere se è davvero così incredibile (IMO sì, ma provate voi stessi).

Le guide tradizionali che si trovano in rete vi diranno di spostare il webserver su un’altra porta, forse 81,8080 o far ascoltare solo su localhost, configurare Varnish in ascolto sulla porta 80 e utilizzare il web server come back-end, ovvero il server a cui Varnish inoltrerà le richieste non trovate nella propria cache.

Questa è la configurazione “normale” e funziona benissimo, ma a volte si vuole solo fare un test rapido o forse si sta utilizzando un pannello di controllo, come ad esempio Cpanel, Kloxo o ISPConfig e nella mia esperienza cambiare le porte standard in ascolto di Apache non è una decisione da prendere a cuor leggero usando questi strumenti.

Quindi, in una VPS (con Kloxo) ho usato un approccio diverso: iptables.

Continue reading »

flattr this!

set 062011
 

Come molti sanno il mercato Gnu/Linux è dominato da Chrome e Firefox, con Opera a margine con una percentuale minore di utenti. ma come in tutti i campi anche in questo GNU/Linux offre in realtà molte alternative valide ed interessanti che dovreste valutare.

So che esistono anche i Browser testuali, che spesso uso quando lavoro su dei server ed ho bisogno di una informazione veloce o verificare un sito, ma per oggi mi limiterò a quelli grafici utilizzati in ambiente Desktop.

Diamo quindi un’occhiata a SRWare Iron, Icecat, Midori, Dillo e Rekonq.
Continue reading »

flattr this!