Feb 152012
 

Oggi voglio darvi giusto una pillola, ma sono sicuro che anche se corto questo articolo potrà far risparmiare del tempo a qualcuno che, come me, ha questa esigenza.
Ovvero avendo una macchina Linux con sopra il Proxy Server Squid e vari IP (che possono essere Ipv4 e/o ipv6) configurare come proxy del proprio browser uno di questi ed uscire dalla macchina con quello stesso IP e non con l’ip di default.

Questo può essere utile se si dispone di servizi che richiedono uno specifico IP, o se si vuole dare il proxy a persone diverse ed essere ancora in grado di tracciare quello che fanno.
Per raggiungere questo obiettivo useremo le ACL, Squid ha delle ottime ACL (Access Control Lists), incorporate nel file squid.conf, che consente di bloccare o controllare l’accesso riferendosi al nome, l’IP, le reti, l’ora del giorno, giorno effettivo . Ricordate però che, come ogni firewall, più complicata è una ACL e più lento risulterà Squid nel rispondere alle richieste.
Continue reading »

flattr this!

Jan 282012
 

Un server SOCKS è un particolare tipo di proxy che permette di effettuare connessioni TCP dirette (e, dalla versione 5, di veicolare traffico UDP) tra computer su due reti IP differenti nei casi in cui un instradamento diretto (routing) non sia disponibile. È l’abbreviazione di “SOCKetS”.
I punti di forza del protocollo SOCKS sono l’estrema semplicità di implementazione (sia dal lato client che dal lato server) e la completa indipendenza dal protocollo da veicolare attraverso di esso.

Visto che SOCKS (come è stato già detto in precedenza) trasferisce tutti i dati da un client a un server, senza aggiungere informazioni, dal punto di vista di un web-server, un proxy SOCKS è un client. Pertanto l’anonimato di questo tipo di proxy server è davvero sempre assoluto.

In questo articolo vedremo come utilizzare redsocks per ottenere un proxy SOCKS. Continue reading »

flattr this!