Sep 292014
 

Il più nuovo e pericoloso bug al momento presente è quello chiamato “Shellshock”, si tratta di un bug di sicurezza nella shell Bash Unix ampiamente utilizzata, che è stato divulgato il 24 settembre 2014. Molti demoni di Internet, come i server web, utilizzano Bash per elaborare alcuni comandi, consentendo ad un utente malintenzionato di causare alle versioni vulnerabili di Bash di eseguire comandi arbitrari. Questo può consentire a un utente malintenzionato di ottenere l’accesso non autorizzato a un sistema informatico.

Il bug fa sì che Bash esegua involontariamente comandi quando vengono memorizzati in variabili d’ambiente appositamente predisposte. In pochi giorni, una serie di ulteriori vulnerabilità correlate a Bash sono state trovate, che ha portato alla necessità di ulteriori patch.

Entro il 25 settembre, botnet basati su computer compromessi con questo exploit sono stati utilizzati dagli aggressori per attacchi di tipo denial-of-service distribuiti e la scansione della vulnerabilità per cercare nuove vittime, fonte wikipedia

Vediamo come verificare se il computer o il server è vulnerabile. Continue reading »

flattr this!

Jul 222014
 

ubuntuone out of businessSe siete degli utenti di Ubuntu One avrete probabilmente ricevuto una mail simile a questa:

“This is the FINAL reminder to make sure you have retrieved all your data from Ubuntu One filesync, as we will be deleting all the content permanently on 31st July 2014. After that date, we will no longer be able to retrieve any of your files.

In order to make it easy for you to retrieve all of your content, we have released a new feature that lets you download all your content at once. Our website (https://one.ubuntu.com/) has been updated with instructions on how to conveniently download all your files.

In addition, you still can use Mover.io’s offer to transfer your data to another cloud provider for free. The Ubuntu One web interface is available for you to download individual files as well.

All of us in the Ubuntu One team would like to thank you for your support over the years.

The Ubuntu One team”

Continue reading »

flattr this!