Oct 042013
 

sync Hai finito il tuo spazio cloud su Dropbox, Google Drive o uno dei tanti fornitori di storage su cloud ? O forse non ti fidi e preferisci una soluzione fatta con il tuo computer/VPS o Server?

Buone notizie, dal momento che da un pò di tempo c’è una nuova soluzione disponibile: BitTorrent Sync

BitTorrent Sync di BitTorrent, Inc è uno strumento proprietario che utilizza la rete peer-to-peer per sincronizzazione i file, ed è disponibile per Windows, Mac, Linux, Android, iOS e BSD. E’ possibile sincronizzare i file tra i dispositivi su una rete locale, o tra dispositivi remoti via Internet in maniera sicura, con una tecnologia P2P distribuita, così in breve si può impostare il proprio storage su cloud e condividere i file tra i vostri dispositivi.


Caratteristiche

protocollo P2P : BitTorrent Sync sincronizza i tuoi file con un protocollo peer-to -peer( P2P). Questo protocollo è molto efficace per il trasferimento di file di grandi dimensioni su più dispositivi, ed è molto simile al potente protocollo utilizzato da applicazioni come uTorrent e BitTorrent . I dati vengono trasferiti in pezzi da ciascuno dei dispositivi di sincronizzazione, e BitTorrent Sync sceglie l’algoritmo ottimale per assicurarsi di avere la velocità massima di download e di upload durante il processo.

I dispositivi che si impostano per la sincronizzazione vengono collegati direttamente tramite UDP, NAT traversal e mappatura delle porte UPnP. Sono forniti anche ulteriori metodi per garantire la connettività come server relay e Tracker. Se i dispositivi sono sulla stessa rete locale, BitTorrent Sync utilizza la LAN per una sincronizzazione veloce.

Sicurezza – BitTorrent Sync è stato progettato con la privacy e la sicurezza in mente. Il sistema utilizza SRP per l’autenticazione reciproca e per la generazione di chiavi di sessione che assicurano una Perfect Forward Secrecy. Tutto il traffico tra i dispositivi viene crittografato con AES-128 in modalità counter, utilizzando una chiave di sessione unica. Richieste di modifica sono tutte verificati utilizzando firme Ed25519 e solo i sistemi con le chiavi di accesso complete sono in grado di generare richieste di modifica valide.

Segreto – Il segreto è una chiave di 20 byte generata casualmente. È una codifica a base32 per essere leggibile dagli esseri umani. BitTorrent Sync utilizza /dev/random ( Mac , Linux) e l’API Crypto ( Windows) in modo da produrre una stringa completamente casuale. Questo metodo di autenticazione è significativamente più forte di una combinazione di login/password utilizzata da altri servizi. Ecco perché usare una chiave segreta generata da BitTorrent Sync è molto sicuro.

Versionamento – BitTorrent Sync supporta il versionamento a partire dalla versione 1.1.16 . Di default crea e memorizza tutte le vecchie copie dei file modificati per un periodo di 30 giorni.

Installazione

Sul sito ufficiale è possibile scaricare un file tar.gz (basta cliccare sul grosso pulsante rosso “Download” e scegliere la vostra architettura Linux) che contiene il software, come alternativa per alcune distribuzioni è disponibile un pacchetto nel loro formato specifico:

ArchLinux : Il pacchetto è disponibile via AUR, quindi se avete già configurato questo repository è possibile installarlo tramite il comando:

yaourt -S bittorrent-sync

Ubuntu : C’è un PPA disponibile per Ubuntu, in modo da poter facilmente installare il software aggiungendolo tramite i comandi:

sudo add-apt-repository ppa:tuxpoldo/btsync
sudo apt-get update

Dopo questo si può installare uno dei 2 pacchetti, se volete installarlo per usarlo su desktop:

sudo apt-get install btsync-user

O se volete installarlo su un server usate:

sudo apt-get install btsync

Debian : Attualmente ci sono pacchetti disponibili per Debian squeeze, wheezy e sid con supporto sia per i386 che amd64. In aggiunta, ci sono pacchetti armhf e armel per Wheezy (utilizzabile anche con raspbian) e pacchetti armel per squeeze. I pacchetti possono essere facilmente installati aggiungendo il repository btsync e quindi installandoli come al solito:

sudo gpg --keyserver pgp.mit.edu --recv-keys 6BF18B15
sudo gpg --armor --export 6BF18B15 | sudo apt-key add -
sudo echo deb http://debian.yeasoft.net/btsync $(lsb_release -cs) main contrib non-free >> /etc/apt/sources.list.d/btsync.list
sudo echo deb-src http://debian.yeasoft.net/btsync $(lsb_release -cs) main contrib non-free >> /etc/apt/sources.list.d/btsync.list
sudo apt-get update

Come per ubuntu è possibile installare la versione Desktop
sudo apt-get install btsync-user

O la versione serve con:
sudo apt-get install btsync

Maggiori informazioni su Debian e Ubuntu possono essere trovate su questi link::

Debian and Ubuntu Desktop Packages for BitTorrent Sync
Debian and Ubuntu Server Packages for BitTorrent Sync

Uso Base

Questo è un piccolo elenco di passi che si devono efefttuare per avere tutto pronto e funzionante:

  1. Installare BitTorrent Sync sui dispositivi che si desidera sincronizzare.
  2. Aggiungere una cartella che si desidera sincronizzare e generare una chiave segreta per quella cartella su uno dei dispositivi. Il segreto è casuale e unico, e funziona come una chiave che collega più dispositivi in un’unica rete di sincronizzazione.
  3. Sugli altri dispositivi, scegliere una cartella di sincronizzazione e inserire la stessa chiave segreta.
  4. Lascia BitTorrent Sync in esecuzione su tutti i dispositivi che si desidera mantenere in sincronia.
  5. Gestire le cartelle di sincronizzazione in qualsiasi momento tramite l’interfaccia dell’applicazione su Windows e Mac, Linux (WebUI e file di configurazione), o mobile.

Su Linux, è possibile accedere e gestire BitTorrent Sync tramite l’interfaccia utente web o dalla riga di comando.

La WebUI può essere acceduta di default all’indirizzo YourLocalIP:8888/gui

*La porta di default 8888 può essere modificata nel file di configurazione (che si può ottenere con il parametro -dump-sample-config).

web

CLI (Command line interface) è un modo alternativo di gestire BitTorrent Sync. È possibile ottenere un elenco dei comandi disponibili eseguendo BitTorrent Sync con -help argomento.


File Config  in Linux

Il file di configurazione offre una ampia varietà di opzioni da configurare. Si tratta di un file in formato JSON.
Per impostare le preferenze utilizzando un file di configurazione, in primo luogo generare un file di configurazione eseguendo -dump-sample-config. Verrà visualizzato un elenco di opzioni e commenti.

*Ad esempio, per salvarlo nella directory corrente, eseguire:

./btsync --dump-sample-config > sync.conf

Dopo aver salvato il file di configurazione, è possibile personalizzarlo e quindi eseguire BitTorrent Sync con il file config modificato.

* Ad esempio, se il file di configurazione si trova nella stessa directory di BitTorrent Sync, eseguire:

./btsync --config sync.conf

Conclusioni

BitTorrent Sync può essere una soluzione perfetta se avete una VPS o un server in casa che si può tenere sempre (o quasi sempre) acceso ed in linea, in questo modo sarete in grado di avere il vostro “cloud storage privato” e scambiare file in sincrono tra i computer e dispositivi mobili.

Ma questo può essere anche una valida alternativa per spostare i file/tenerli sincronizzati su diversi server.

Sicuramente un software che può generare molte soluzioni interessanti.


Popular Posts:

flattr this!

  One Response to “BitTorrent Sync: Sincronizza i tuoi file automaticamente su Linux”

  1. Whoa! You helped me man.. I’m looking for an alternative to DropBx for its privacy implications.. I’ll definitely try this as well as GNU MediaGoblin…

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>