Mar 012014
 

logoMPD, versione abbreviata per Music Player Daemon, è una flessibile e potente, applicazione server-side per la riproduzione di musica. Attraverso i plugin e le librerie si può riprodurre una varietà di file audio controllandolo attraverso il suo protocollo di rete.

Viene anche usato per uno dei due scopi, come server locale o come server di rete. MPD non utilizza molte risorse. È progettato per fare il suo lavoro in background riproducendo la musica dal database.

Per il collegamento con MPD e la gestione della musica ci sono molte opzioni e client. Client CLI, client GTK, Qt e anche da VI. Continue reading »

flattr this!

Aug 172013
 

sshIo uso le connessioni ssh per gestire i server remoti che è uno dei compiti principali del mio lavoro, quindi con il tempo ho imparato alcuni trucchi per velocizzare la fase di connessione del protocollo SSH, quindi in questo articolo vi mostrerò come:

Dire a ssh di usare solo IPv4
Dire a ssh quale metodo di autenticazione da utilizzare
Riutilizzare le connessioni SSH
Disattivare la ricerca DNS lato server

Inoltre, se siete interessati ad ssh potete dare un’occhiata ai miei precedente articoli su Come mantenere le connessioni ssh attive su Linux e come mantenere attivo un Tunnel SSH permanente con autossh .
Continue reading »

flattr this!

Jun 102013
 

linux mint

Ho cambiato la distribuzione GNU/Linux del mio computer di casa da Xubuntu a Mint (XFCE edition) 2 versioni fa, e non me ne sono mai pentito, così mentre aspetto il rilascio della versione XFCE di Olivia (il nome in codice di Mint 15), sono felice di pubblicare un interessante articolo di Manuel sulle sue esperienze con l’edizione Cinnamon di Mint 15.

È da poco uscita la nuova versione di Linux Mint. Gli sviluppatori sono arrivati alla versione 15, dandole come nome Olivia. Tante le modifiche specificate nelle note di rilascio. Fra le più vistose una nuova gestione dei driver proprietari e dei repository. Chi scrive già utilizzava felicemente Mint, ma in una sua variante con XFCE come ambiente desktop. A questo giro, si è deciso di dare credito agli sviluppatori di Mint e utilizzare la versione ufficiale con Cinnamon invece di XFCE.

Bando ai convenevoli. La nuova Mint si è subito rivelata una bomba, con poche minuzie di cui lamentarsi. Installata come ormai consuetudine direttamente da chiavetta USB, nel giro di una ventina di minuti avevamo già tutto pronto. Tutto l’hardware del nostro laptop Dell Inspiron 1525 è stato riconosciuto al volo, ma abbiamo dovuto attivare il driver proprietario del wireless per poter usare la connessione senza fili. Pochi gli aggiornamenti automatici che ci restavano da fare, e via, siamo partiti con le nostro prove.

Storia Completa Continue reading »

flattr this!

I migliori articoli pubblicati su Linuxaria negli ultimi 3 mesi

E’ da qualche tempo che non pubblico gli articoli più letti su Linuxaria, e così oggi vi presento un piccolo elenco dei più letti 7 articoli degli ultimi 3 mesi pubblicati su Linuxaria, e che forse avete perso, in questo caso questa è una buona occasione per leggerli. 7) Linux shell, come usare l’opzione exec [...]

Ecco come il nostro amato Pinguino sbarca su Marte!

Articolo di Giuseppe Sanna Tutti quanti sappiamo l’incredibile versatilità del nostro amato Linux. Con nostro immenso piacere lo possiamo trovare nei PC della scuola di nostro figlio, sul Netbook della nostra segretaria, sui terminali di Internet Cafè nella capitale spagnola ma anche, per lo stupore di tanti, nei dispositivi di sicurezza più comuni o più [...]