Jul 202012
 

Quando si cercano recensioni on-line di applicazioni per i siti di tipo social network, le applicazioni della piattaforma Windows e Apple da sempre dominano la lista. Gli utenti di Linux, tuttavia, hanno una lunga storia di utilizzo di strumenti di tipo social per discutere di argomenti geek e tecnici online. Fino a poco tempo fa, tuttavia, lo sviluppo su più ampia scala di strumenti per i social network su Linux era praticamente inesistente. Gli utenti Linux sono stati costretti a seguire le usuali interfacce molto scarne e controlli basati solamente sul testo. Con il crescente interesse del pubblico per Linux sul desktop, tuttavia, molti sviluppatori hanno cominciato ad attuare uno sforzo verso la creazione di applicazioni più user friendly per i social network. Anche se questo, naturalmente, è benefico per i nuovi utenti di Linux che venivano dalle piattaforme Microsoft ed Apple, utilizzando e contribuendo a queste applicazioni social è anche nell’interesse di chi vuole sostenere la causa di Linux ed ottenere una maggiore accettazione da parte del mercato per il nostro sistema operativo open source preferito.

Continue reading »

flattr this!

Jun 102012
 

Articolo di Giuseppe Sanna

La mitologia e la storia ci parla di grandi lotte tra nemici giurati. Davide e Golia, Cesare e Bruto, Robespierre e Luigi XVI sono solo alcuni. Ma ormai da qualche anno ad aggiungersi a questa enorme lista abbiamo due nomi importanti, sopratutto nell’ambito dell’informatica! La multinazionale antagonista Microsoft ed il sistema operativo open source GNU/Linux. Le lotte tra i due non mancano mai!

Se da una parte la Microsoft tenta in tutti  di mantenee il controllo dei sistemi desktop, Linux  in questi ultimi anni stà raggiungendo dei traguardi incredibilmente importanti sui sistemi server e nel mercato degli embedded (Android ?). Nonostante i colpi bassi di Microsoft, ci basta vedere il mitologico chip UEFI, Linux non desiste però. Anzi, riesce a conquistare sempre una fetta maggiore di utenti grazie alle sue distribuzioni. Ognuna delle quali, ovviamente, sceglie una strada diversa.

Continue reading »

flattr this!

Apr 102012
 

Se non avete ancora sentito parlare del nuovo Raspberry Pi, allora sicuramente lo sentirete nominare abbastanza presto. Il nuovo computer economico ha appena superato i test di Conformité Européenne, così ora può essere timbrato con il marchio CE e venduto in tutta Europa. Un numero limitato di unità sono state vendute prima che il dispositivo fosse certificato, e la distribuzione è stata interrotta fino a quando il Pi avesse superato i test di controllo della qualità. I distributori del Raspberry Pi hanno anche preso il tempo per assicurarsi che il dispositivo rispettasse tutte le normative vigenti degli organi di vigilanza australiani, canadesi e statunitensi. Così ora il niovo Raspberry Pi, a partire dal prezzo di $ 25, è pronto per essere rilasciato in questo mondo, ma cosa significa questo per gli utenti Linux e gli sviluppatori?

Un bel po’ in realtà, perché il Raspberry Pi è stato progettato per essere utilizzato con sistemi operativi Linux. Le persone dietro lo sviluppo di questo dispositivo a basso costo ma potente hanno sempre voluto che fosse il più accessibile possibile dalle masse. Sapevano che un sistema operativo open source era l’unico modo per contenere i costi, ma c’era un motivo dietro il loro grande supporto di Linux. La loro ambizione con il Pi è quello di portare l’interesse dei ragazzi alla programmazione del computer. Continue reading »

flattr this!