feb 192014
 

Articolo originale di http://blog.shineservers.com/

A volte un processo va in “blocco” sia se si utilizza GNU/Linux sul desktop (forse un gioco?) o da server, in questi casi la cosa migliore da fare è di interrompere quel processo, che probabilmente sta utilizzando risorse preziose, i comandi di base per farlo da terminale sono kill e killall .

killall è uno strumento per porre fine ai processi in esecuzione sul vostro sistema in base al nome. Al contrario, kill termina i processi basandosi sul processo numero ID o “PID”. kill e killall possono anche inviare segnali di sistema specifici ai processi. Utilizzare killall e kill , in combinazione con altri strumenti tra cui ps che serve a gestire i processi e terminarli quando si bloccano o non rispondono più. Continue reading »

flattr this!

gen 192013
 

Quando qualcosa va storto sul vostro server Linux o desktop, è importante capire quale processo sta prendendo tutte le risorse, in passato ho pubblicato alcune informazioni su top e htop, due grandi strumenti per avere una panoramica generale del sistema con un solo colpo d’occhio, ma a volte è necessario raccogliere più informazioni su un particolare processo e per questo compito il comando pidstat è perfetto.

Pidstat è uno strumento statistico per Linux che fa parte delle utility sysstat. Il comando pidstat è usato per monitorare le singole attività attualmente gestite dal kernel di Linux. Scrive le attività su standard output per ogni processo selezionato con l’opzione -p, oppure per ogni attività gestita dal kernel Linux, se l’opzione -p ALL è stata utilizzata. Se non si seleziona alcuna attività equivale a specificare -p ALL, ma solo i task attivi (attività statistiche con valori diversi da zero) appariranno nel report.
È possibile utilizzare PID e anche espressioni regolari sui nomi dei processi per fare dei filtri su ciò che si desidera visualizzare.. Continue reading »

flattr this!