Sep 092010
 

3d graphics
La computer grafica 3D è un ramo della grafica computerizzata che basa la creazione di immagini statiche o in movimento, sull’elaborazione di modelli tridimensionali da parte di un computer. Essa viene utilizzata nella creazione e postproduzione di opere o parti di opere per il cinema o la televisione, nei videogiochi, nell’architettura, nell’ingegneria, nell’arte e in svariati ambiti scientifici.

La grafica computerizzata tridimensionale è una tecnica per rappresentare mediante modelli matematici di oggetti tridimensionali, un’immagine bidimensionale. Schematicamente, il metodo di produzione della computer grafica 3D è composto da due elementi: una descrizione di ciò che si intende visualizzare (scena), composta di rappresentazioni matematiche di oggetti tridimensionali, detti “modelli”, e un meccanismo di produzione di un’immagine 2D dalla scena, detto “motore di render” che si fa carico di tutti i calcoli necessari per la sua creazione, attraverso l’uso di algoritmi che simulano il comportamento della luce e le proprietà ottiche e fisiche degli oggetti e dei materiali.
Vediamo adesso cosa ci offre Linux in questo campo



ayam

Ayam

Ayam è un ambiente di modellazione 3D gratuito per l’interfaccia RenderMan, distribuito sotto licenza BSD.
La versione stabile attuale è la 1.17, rilasciata 20. Apr 2010.

Ayam, caratteristiche in sintesi:

* RIB (RenderMan Interface Bytestream) export and import.
* Support for NURBS curves and (trimmed) NURBS surfaces, Boxes, Quadrics (Sphere, Disk, Cylinder, Cone, Hyperboloid, Paraboloid, and Torus), CSG, MetaBalls, Patch Meshes, Polygonal Meshes, and Subdivision Surfaces.
* NURBS modelling includes approximating and interpolating curves as well as extrude, revolve, sweep, birail, skin and gordon objects with caps, holes, and bevels.
* Custom objects that may freely implement their representations (using OpenGL and RIB) and even small GUIs to edit their type specific parameters may be written by the user and dynamically loaded at runtime.
* Scripting interface: Tcl.
* Misc: instancing, arbitrary number of modeling views, object clipboard, independent property clipboard, console, n-level undo.
* File formats (r/w): RIB, DXF, 3DM, 3DMF, OBJ, X3D.

Art of Illusion

Art of Illusion
Art of Illusion è un programma open source per la modellazione, il rendering, il texturing, il ray tracing di immagini ed animazioni tridimensionali.
Lo scopo principale di Art of Illusion è quello di costituire un potente strumento di modellazione 3D con un’interfaccia grafica che apporta miglioramenti a quelle presenti in altri programmi di computer grafica. Alcune delle sue caratteristiche, come l’uso di un repository online e di uno strumento per il download di estensioni installabili, non si trovano in software commerciali della sua categoria.

L’ideatore e il responsabile del progetto è Peter Eastman, che può essere contattato tramite il sito web del progetto.

Art of Illusion è scritto in Java e attualmente può essere usato e modificato liberamente in quanto adotta la licenza GPL.

La versione attuale è la 2.8.1, rilasciata 3 gennaio 2010.

Blenderblender

Blender è la suite di creazione di contenuti 3D rilasciata come open, disponibile per tutti i maggiori sistemi operativi con licenza GNU General Public License.

Storia

Blender è stato sviluppato come applicazione interna dallo studio di animazione olandese NeoGeo e da Not a Number Technologies (NaN). E’ stato principalmente scritto da Ton Roosendaal.
Roosendaal fondò NaN nel giugno 1998 per sviluppare e distribuire il programma. Il programma è stato inizialmente distribuito come shareware fino al 2002 quando NaN fallì.

I creditori decisero di rilasciare Blender sotto i termini della GNU General Public License, per il pagamento una tantum di € 100.000 (US $ 100.670 al momento). Il 18 luglio 2002, Roosendaal avviò una campagna di finanziamento per Blender, al fine di raccogliere donazioni ed il 7 settembre 2002 è annunciò che fond sufficentii erano stati raccolti e che quindi il codice sorgente di Blender sarebbe stato rilasciato. Ora Blender è un software libero e viene sviluppato attivamente, sotto la supervisione della Blender Foundation.

Interfaccia

Blender interface
Blender è una suite completa e integrata per la modellazione tridimensionale, animazione, rendering e post-produzione. Lo svantaggio principale di questo programma molto apprezzato è che che può richiedere un certo sforzo per i nuovi utenti ad abituarsi alla sua interfaccia utente.

Alcune caratteristiche sono

  • Layout delle finestre flessibile e completamente configurabile, con tanti setup quanti volete.
  • Undo support on all levels
  • Anti-aliased fonts con supporto alle  lingue
  • Any window space can be easily switched to any window type (curve editor, NLA, 3D view etc)
  • Editor compreso per scrivere e modificare script python
  • Interfaccia grafica per script Python
  • Temi personalizzabili
  • Interfaccia consistente su tutte le piattaforme

Blender Demo

Se non siete ancora convinti della qualità di Blender, guardate allora questo filmato realizzato con Blender: Elephants Dream

E questo è il trailer del nuovo Open movie Sintel

MakeHuman

MakeHuman
MakeHuman è un software open source (quindi completamente gratuito), innovativo e professionale per la modellazione di personaggi umanoidi 3-Dimensional.
Caratteristiche che rendono unico questo software includono una nuova interfaccia grafica estremamente intuitiva e una rete di alta qualità, ottimizzata per funzionare in modalità di suddivisione della superficie (per esempio, Zbrush). Utilizzando MakeHuman, un personaggio foto realistico può essere modellato in meno di 2 minuti; MakeHuman è rilasciato sotto licenza Open Source (GPL3.0), ed è disponibile per Windows, Mac OS X e Linux.


Popular Posts:

flattr this!

  One Response to “I migliori software 3D per Linux”

  1. Where is Equinox 3D?

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>