Jan 142014
 

Può capitare di dover clonare le partizioni del vostro hard disk per vari motivi, un hd danneggiato, la creazione di un RAID 1 o cose simile, allora spesso risulta noioso e poco pratica fare l’operazione mediante i normali strumenti come fdisk, in questo caso ci viene in aiuto sfdisk.

Come riportato nel manuale:

sfdisk è un programma non interattivo per la modifica della tabella delle partizioni, utile per la realizzazione di script. L’utilizzo normale di questo programma di servizio prevede la preparazione di un file contenente le istruzioni sulle partizioni da creare all’interno di un disco specificato espressamente. Anche se è prevista una sintassi apposita per queste istruzioni, può essere conveniente l’utilizzo di quanto ottenuto da un’interrogazione con lo stesso sfdisk, come verrà mostrato.

Continue reading »

flattr this!

Nov 182013
 

Articolo originale pubblicato la prima volta in spagnolo su http://vidagnu.blogspot.it/

Ieri mi sono imbattuto in un problema in una partizione SWAP su un Astaro Command Center, così ho deciso di ripartire con CD Ubuntu, e il mio primo tentativo è stato quello di riparare il sistema con il comando fsck , ma quando ho cercato di usarlo ho ricevuto il messaggio fsck.swap: comando non trovato

Così ho verificare con badblocks che la partizione non avesse blocchi danneggiati.

sudo badblocks -v /dev/sda2

Il comando precedente non ha restituito alcun errore, allora ho trovato con una ricerca su Internet questo semplice modo per ricostruire una partizione di swap danneggiata.

Continue reading »

flattr this!

Jun 142013
 

Sono nel processo di ri-installare ArchLinux sul mio nuovo Dell Latitude 6530, questo perché alla fine della prima installazione ho notato che durante l’esecuzione di fdisk -l ricevevo un messaggio come il seguente (questo non è il mio disco originale, ma il messaggio era esattamente lo stesso):

Device Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sda1   *          63    39070079    19535008+  83  Linux
<strong>Partition 1 does not start on physical sector boundary.
</strong>/dev/sda2        39070080    46877669     3903795   82  Linux swap / Solaris
/dev/sda3   *    46877670   144536804    48829567+  86  NTFS volume set
<strong>Partition 3 does not start on physical sector boundary.
</strong>/dev/sda4       144536805  1250263727   552863461+  86  NTFS volume set
<strong>Partition 4 does not start on physical sector boundary.</strong>

Ho “ristretto” l’originale Windows 7 a 40 GB con Gparted Live e creato le partizioni durante l’installazione di ArchLinux con cfdisk quindi cosa c’è di sbagliato in queste operazioni?
Continue reading »

flattr this!

Modificare le opzioni di Grub con Grub Customizer

Modificare le opzioni di Grub con Grub Customizer

Modificare il menu di GRUB non è la cosa più facile da fare, e se si fa qualche errore vi è il rischio che non si sia più in grado di fare il boot nel vostro sistema Linux, per questi motivi di solito è suggerito utilizzare qualche strumento per modificare le configurazioni di grub, oggi […]

5 metodi per verificare l'occupazione disco su Linux

5 metodi per verificare l’occupazione disco su Linux

In passato ho scritto un articolo sui comandi du e df che possono rispettivamente darvi informazioni riguardo l’utilizzo del disco e il disco libero del vostro computer Linux. Io personalmente uso entrambi questi comandi un sacco di volte mentre sono a lavoro per verificare file system e/o directory, ma capisco anche che su un desktop […]